Corriere della Sera

Infine la Sonata op. 109 di Beethoven. Carusi [la suona] con soavità solennissima e sintetica: e in questo si vede che proviene dalla scuola russa, giacché nella sua interpretazione tu sentivi...

Continue reading →

Amadeus

Nazzareno Carusi è il simbolo italiano di un pianismo che accetta la sfida della più vasta e ‘leggera’ popolarità mediatica senza nulla cedere del rigore tecnico-interpretativo preteso dalle più ardue...

Continue reading →

L’Arena

Primo concerto “brunch” al Ristori. Gli interpreti (Allegrini, Di Rosa, Meloni, Screpis) sono fra i migliori esponenti delle due massime orchestre italiane, coadiuvate da uno strepitoso pianista come Carusi …