Curerà l’attività concertistica della società teramana. Per Riccardo Muti la sua è una figura di «altissimo valore»

LA CITTA’ 28 giugno 2020, Cultura, pag. 19 – TERAMO Grandi novità in casa Primo Riccitelli. Il consiglio di amministrazione venerdì ha deliberato all’unanimità la nomina di Nazzareno Carusi alla direzione artistica del settore “musica” della Società. 

«Sono particolarmente orgogliosa della scelta, condivisa con entusiasmo da tutto il consiglio, di Nazzareno Carusi alla direzione artistica della Riccitelli per l’attività concertistica che è anima di questa Società e sua più naturale vocazione – commenta con soddisfazione la presidente Alessandra Striglioni ne’ Tori. L’apporto e la presenza del Maestro Carusi, con il quale sono già in corso contatti cordiali e fattivi, non potrà che aggiungere originalità e prestigio alle tante manifestazioni e attività da noi storicamente promosse, contribuendo con la sua straordinaria professionalità al miglioramento e alle innovazioni utili a rendere ancora più importante le progettualità e il percorso da attuare. Un arricchimento non solo per la Riccitelli ma per tutto il nostro territorio, oggi più che mai attento e proteso allo sviluppo e alla promozione delle attività artistiche e culturali che ne veicolano l’immagine e i significati».

Carusi è consigliere di amministrazione del Teatro alla Scala di Milano e in queste settimane delegato ad interim della direzione artistica della Fondazione Orchestra Regionale Toscana di Firenze; è stato consigliere artistico del Concorso pianistico Busoni di Bolzano e Riccardo Muti ha definito la sua una figura di «altissimo valore». Carusi, nativo di Celano, non fa mai mistero delle sue origini abruzzesi ed è profondamente legato alla sua terra. Il Consiglio Regionale dell’Abruzzo lo ha nominato “Ambasciatore d’Abruzzo nel Mondo, per gli alti meriti artistici e il lustro che ha dato alla sua terra”.

Pochi giorni fa a Novara, nel corso della conferenza stampa di presentazione del rinato “Premio internazionale di direzione d’Orchestra Guido Cantelli”, della cui giuria Carusi è componente, l’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta lo ha ritratto come «una gloria d’Abruzzo, in virtù della sua biografia, del senso delle istituzioni e della capacità di visione culturale». 

Raggiunto al telefono tra Milano e Firenze, Carusi, che sarà a Teramo la prossima settimana, ha ricordato «il lavoro straordinario realizzato lungo tanti anni alla Riccitelli da Maurizio Cocclollto. Il sentimento di gratitudine si somma alla gioia per un incarico tanto prestigioso nel mio Abruzzo e a Teramo, la provincia nella quale ho sempre trascorso le vacanze estive da bambino e adolescente, a Pineto, coi miei genitori e mia sorella. Ce la metterò tutta. Darò il mio meglio. E terrò la barra di quella forza e quella gentilezza che sono l’anima di noi abruzzesi».

CHI È. Pianista, allievo di Alexis Weissenberg, è nato a Celano il 9 novembre del 1968. Dopo il diploma col massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore nella classe di Lucia Passaglia al Conservatorio “Cherubini” di Firenze, ha continuato gli studi con Viktor Merzhanov prima al Conservatorio Ciajkovskij di Mosca e poi alla Staatliche Hochschule für Musik di Trossingen, dove ha conseguito, sempre col massimo dei voti, i successivi titoli di Kiinstlerisches Ausbildung e Konzertreife. Ha tenuto concerti per istituzioni musicali e teatri fra i più importanti, ha suonato con ensemble e artisti di rilievo internazionale, gli sono stati attribuiti una quindicina di premi e la sua discografia conta dieci pubblicazioni, le maggiori delle quali edite in Italia dalla Emi e dal mensile Amadeus. Vincitore del concorso nazionale a cattedre nei conservatorii statali di musica del 1990, è oggi professore ordinario di Musica da carnera al Conservatorio “Buzzolla” di Adria dopo esserlo stato prima a Bari e poi a Trieste e Udine. È inoltre titolare della stessa materia, per chiara fama, presso la Fondazione Accademia Internazionale di Imola. Dal 18 febbraio scorso è consigliere di amministrazione della Fondazione Teatro alla Scala di Milano. Nel triennio 2016-2019 è stato consigliere artistico della Fondazione Concorso Pianistico Internazionale “Ferruccio Busoni” di Bolzano e dal 2015 è consigliere di amministrazione della Fondazione Orchestra Regionale Toscana di Firenze. Il Consiglio Regionale dell’Abruzzo lo ha nominato Ambasciatore d’Abruzzo nel Mondo “per gli alti meriti artistici e il lustro che ha dato alla sua terra”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA