Lettera di Carlo Fontana, presidente della Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS), a Nazzareno Carusi e Beatrice Rana

ROMA, 23 ottobre 2020

Un grande atto di amore e di coraggio. Giudico così la scelta di Nazzareno Carusi e Beatrice Rana, condivisa dalla Società della Musica “Riccitelli”, di voler confermare il concerto inaugurale della stagione di quest’anno. 

Non si può definire altrimenti. Il tema non è il pubblico che sarà presente o che lo vedrà in streaming, il tema è il messaggio di speranza che questa scelta porta con sé. 

Oggi dobbiamo combattere un nemico, che è il virus, ma insieme dobbiamo sconfiggere il suo alleato, che è la paura. Tutti gli operatori dello spettacolo hanno esattamente questo compito: infondere speranza, far comprendere che stiamo vivendo un momento difficile, ma di passaggio. 

Forse non tornerà tutto come prima, lo diciamo in tanti. Ma la voglia di fruire di cultura, di spettacolo, di condividere socialmente quest’esperienza non sarà sconfitta da alcun virus. 

E’ vero, cari Beatrice e Nazzareno, il concerto di oggi sarà il concerto di tutti, sarà il concerto della speranza, sarà il concerto di un domani che nulla e nessuno potrà mai impedirci di immaginare anche più bello di prima. 

Complimenti e buon lavoro. 

Carlo Fontana

Lettera di Carlo Fontana a Nazzareno Carusi e Beatrice Rana > Roma, 23 ottobre 2020
Lettera di Carlo Fontana a Nazzareno Carusi e Beatrice Rana > Roma, 23 ottobre 2020